Le materie prime
del sicily gelato summit

Pistacchio

Un alberello dai rami sottili che si diramano come radici al contrario e fuoriescono dalle rocce laviche, nere e porose. Ma longevo e resistente, capace di crescere abbarbicato su terreni pietrosi e scoscesi. Il pistacchio è oggi il simbolo della città di Bronte e del suo territorio, le pendici dell’Etna, habitat d’eccellenza di cui rappresenta la maggior fonte di ricchezza. Ma il pistacchio in Sicilia è arrivato da lontano. La frastuca, in dialetto siciliano, è stata portata dagli arabi che ne hanno iniziato la coltivazione. È chiamato ancora oggi “oro verde”, oltre che per il colore smeraldo, per le caratteristiche organolettiche, derivate da un microclima irripetibile, che ne fanno un frutto d’alto pregio, eccellente per forma e sapore rispetto ai pistacchi provenienti da altri Paesi.
Sull’Etna la raccolta avviene a settembre ed è fatta rigorosamente a mano. Per prendere i pistacchi ci si deve arrampicare lungo mulattiere, sulla terra nera, tra i 400 e i 1000 metri di altezza: nessun mezzo meccanico può arrivare sulla sciara, la colata di lava vulcanica raffreddata, che costituisce un terreno durissimo e che solo le radici del pistacchio riescono a penetrare. Si raccoglie ogni due anni. Per permettere alla pianta di assorbire dal terreno lavico le sostanze nutritive che rilasciano al frutto poi il suo inconfondibile aroma e profumo.
Bronte rappresenta la più estesa area di produzione di pistacchi in Europa. La denominazione Pistacchio di Bronte DOP nasce il 9 giugno 2006 e tutt’oggi è l’unica presente in Europa e copre 1% della produzione mondiale, dove Iran, California e Turchia rappresentano i principali esportatori. Il nostro prodotto è una nicchia d’eccellenza.
Il pistacchio, oggi, è uno dei sapori che meglio esprime la tipicità della gastronomia siciliana, caratterizzata dall’armonia tra sapidità e dolcezza che spesso convivono nello stesso piatto in perfetto equilibrio. In passato c’era il falso mito che il pistacchio andasse consumata in piccolissime quantità poiché si credeva facesse ingrassare e aumentare il colesterolo. In realtà i grassi in esso contenuti sono di tipo saturo, dunque favoriscono il senso di sazietà e la presenza nel sangue del cosiddetto colesterolo buono.

Granella_Pistacchio_FruitService

lasciati conquistare
dai produttori
del sicily gelato summit

Sono otto le materie prime siciliane cui sono dedicate gli otto talk online con esperti del settore, produttori e gelatieri: Cioccolato di Modica IGP, Mandorla, Pistacchio, Nocciola, Limone, Mandarino Tardivo di Ciaculli, Miele e Melograno.