Il Concorso Procopio Cutò

50 maestri gelatieri, da ogni parte del mondo, si sfidano per ottenere il prestigioso trofeo

La conoscenza e la diffusione del gelato artigianale in Europa si deve ad un siciliano: nel 1686 Francesco Procopio de’ Coltelli, di origini palermitane, aprì a Parigi il suo “Café Procope” per la vendita di “acque gelate” ai fiori d’anice e di cannella, molto apprezzate dalla nobiltà francese. Per la bontà dei suoi prodotti ricevette l’esclusiva della commercializzazione (allora Patente Reale) da Re Luigi XIV. Il 24 Marzo 2017, in occasione della giornata europea del gelato artigianale, la Città di Palermo ha dedicato a Procopio Cutò l’intitolazione della prima piazza al mondo dedicata ad un gelatiere.

la competizione

Il Concorso Procopio Cutò è la sezione competitiva dello Sherbeth Festival. Nella giornata di domenica 29 settembre, i 50 maestri gelatieri che il pubblico ha apprezzato allo Sherbeth Village, si sfideranno creando un proprio gelato artigianale. Ogni gusto è sottoposto al vaglio di una giuria di qualità. Si tratta di una competizione di rilevanza internazionale in cui i gelatieri, in un clima di collaborazione e stima reciproca, gareggiano sul terreno del gelato artigianale con le loro “armi” di sempre: tecnica, esperienza, rispetto per le materie prime, capacità di valorizzare idee, saperi e i prestiti provenienti da altri ambiti e discipline alimentari.

la finale

Il gran finale è atteso per domenica 29 settembre alle ore 22, presso Villa Bellini, qui saranno proclamati i maestri gelatieri vincitori del Concorso Procopio Cutò, in un clima di festa che segna il momento culminante della XI edizione dello Sherbeth Festival.