Ruggeri

«Credo che il gelato sia anche veicolo di emozioni strettamente legate alla cultura del gusto e al ricco patrimonio di sapori che offre un territorio».​

Ruggeri era un contadino che allevava polli e viveva alla corte dei Medici, un luogo in cui inventori e artisti trovavano mecenati generosi e la possibilità di diffondere le loro scoperte.

Ruggeri partecipò a una gara culinaria a corte, nella quale era necessario preparare il piatto più originale. Preparò un composto di acqua, zucchero e frutta perfezionando antiche ricette, quello che oggi chiameremmo semplicemente gelato. Vinse la gara e riscosse un notevole successo e da allora divenne così celebre che Caterina de Medici decise di portarlo in Francia. Qui Caterina sposò Enrico diventando così regina di Francia. Durante il banchetto nuziale, Ruggeri preparò “ghiaccio all’acqua inzuccherata e profumata”. Presentava i suoi sorbetti in modo molto scenografico, erano delle vere e proprie sculture in miniatura, con un sapore che sorprese anche la nobiltà francese.