“Mincuccio” è il bar che Giuseppe Laterza gestisce con la mia famiglia. Nel corso degli anni il maestro gelatiere pugliese vive tutti i cambiamenti nel mondo del gelato artigianale sia tecnologici, nell’evoluzione dei mezzi di produzione, che alimentari, con la crescente attenzione la genuinità e la qualità delle materie prime. Partecipa a vari concorsi, al Sigep di Rimini e alla trasmissione di Alessandro Borghese “kitchen&sound ice cream” dove propone un classico “pane, burro e marmellata” rivisitato in chiave gelato. Per il suo banco gelati predilige la frutta fresca, i prodotti tipici del territorio tarantino, i gelati a base di cioccolato, con i miglior cacao e le più pregiate varietà monorigine, i gelati alla vaniglia che Giuseppe Laterza fa arrivare direttamente dai villaggi del Messico, dove viene ancora commercializzata in modo equosolidale dalle popolazioni indigene. Oltre ad una vasta selezione di gelati il Bar Mincuccio propone ai clienti deliziose torte semifreddo, biscotteria e lievitati da ricorrenza come panettoni e colombe, che sono prodotti genuinamente lavorati a mano, utilizzando ingredienti puri e semplici, aromi naturali e lievito madre che conferisce morbidezza, profumo e un’elevata digeribilità. Oggi il bar-gelateria Mincuccio è una realtà solida e in continua crescita, apprezzata non solo dai numerosi clienti affezionati, ma riconosciuta da importanti guide del settore. Degno di nota il riconoscimento di due coni su tre della Guida Gambero Rosso e la presenza fissa, ormai da tre anni, nella classifica delle 50 migliori gelaterie italiane stilata dal sito www.dissapore.it.