I 50 gelatieri
di Sherbeth 2020

Alberto Marchetti

“Il mio gelato, una storia a sé”: Alberto Marchetti ha le idee chiare, da sempre. La sua idea di buono è quella di una volta; senza retorica, senza fronzoli. Il maestro gelatiere, Tre coni gambero Rosso, si racconta così: “Il gelato è la mia vita. Fin dall’inizio: sono nato nello stesso giorno in cui mio padre inaugurava la sua rinnovata cremeria a Nichelino, vicino a Torino. In quella gelateria ho passato la mia infanzia: il pomeriggio facevo i compiti al primo piano, vicino al laboratorio, e di nascosto andavo al mantecatore – tra un problema e un tema – a gustarmi una spatolata di fior di latte. Se cresci così, il gelato lo ami. Ed è un amore che vuoi trasmettere, facendo le cose bene. A me il gelato piace semplice, con pochi ingredienti, buoni. Mi piace dolce, fresco e cremoso, come quello della mia infanzia trascorsa immerso nell’odore del latte. Uso solo materie prime che vado a trovare personalmente girando per l’Italia, attingendo in particolar modo al tesoro dei Presidi di Slow Food. Vado sempre nei campi, nei laboratori, per vedere con i miei occhi dove crescono i frutti, dove vengono realizzati i prodotti. Da quell’infanzia nel negozio di mio padre, sono cambiate tante cose: ho conosciuto mia moglie Alessia; con lei e con una squadra affiatata abbiamo varato il primo punto vendita di Torino, quello in corso Vittorio, poi altri due in città, uno a Milano, uno ad Alassio, in Liguria e uno ad Alba. Ma in questi anni non è cambiata la passione e la cura che mettiamo nel fare il nostro gelato. Le cose buone sono semplici. Basta farle con amore”. Alberto è ancora il ragazzo dell’hinterland torinese, nonostante il suo nome ora sia accanto a quello della più grande catena di caffetterie al mondo. Se gli si chiede di Starbucks, i suoi occhi si allargano in un sorriso; prende in mano il telefono e cerca lo scatto che lo immortala accanto a Kevin Johnson. Ma qual è il gusto preferito di Marchetti? “Se c’è un gusto che mi sta a cuore è la farina bona, presidio Slow Food. Tutto è partito da un sacchetto di farina e da una vaschetta da un chilo di gelato al Salone del Gusto. Ha un forte valore simbolico. Tutti i miei gusti nascono dall’incontro con un produttore; nascono per caso, mai su richiesta. Si tratta di un colpo di fulmine.” E Cremà, la new entry di Casa Marchetti, che genesi ha? “I miei figli avevano voglia di una crema spalmabile golosa e genuina per merenda. E ho pensato: ho tutti gli ingredienti, proviamo!”

Gelateria Marchetti

C.L.N. 248, Torino

Lasciati conquistare dai migliori maestri gelatieri al mondo

Regalati un'esperienza indimenticabile targata sherbeth!